22/03/2017 novità decreto milleproroghe e altro

news__23275718.jpg

 DECRETO MILLEPROROGHE : Anche per il 2017 viene confermata la detrazione fiscale IRPEF dell'importo corrisposto per il pagamento dell'IVA  per chi acquista immobili in Classe Energetica  “A” e “B” cedute dalle imprese costruttrici.
I termini per beneficiare dell'agevolazione erano scaduti il 31 Dicembre 2016. 
Ma con il nuovo decreto milleproroghe, approvato dal Senato, si riaprono i termini al 31 Dicembre 2017.
La riapertura dei termini fa sì che l'agevolazione spetti anche in relazione a eventuali acconti pagati nel 2016 con rogito nel 2017.
Il decreto prevede una detrazione IRPEF pari al 50% dell'importo corrisposto per il pagamento dell'IVA sull'acquisto effettuato entro il 31 Dicembre 2017 di unità immobiliari a destinazione residenziale pagata all'impresa costruttrice per gli immobili di classe  energetiche “A” e “B” . Tale detrazione dovrà essere  ripartita in 10 quote annuali a partire dall'anno di acquisto e vale anche per l'acquisto di seconde case con IVA al 10% a differenza della prima casa che è al 4%.

I nostri Immobili di classe energetica “A” : clicca qui
I nostri Immobili di classe energetica “A” : clicca qui



Altre importanti misure per il settore immobiliare inserite nella Legge di Stabilità 2017
In sintesi:
1) Riaperto il termine per la rivalutazione dei terreni posseduti al data del 1 Gennaio 2017, e il termine ultimo per la redazione ed il giuramento della perizia è stato fissato al 30 Giugno 2017. L'imposta sostitutiva pari all'8% sia per i terreni che per le partecipazioni può essere rateizzata in tre rate annuali di pari importo a decorrere dal 30 Giugno 2017 e sulle rate successive alla prima, dovrà essere applicato un interesse nella misura del 3% annuo.
2) Bonus ristrutturazioni: la detrazione al 50% sulle ristrutturazioni edilizie, già in vigore negli scorsi anni, è stata prorogata al 31 Dicembre 2017, con una copertura di spesa massima di 96.000 euro. Il bonus è previsto per chi compie lavori di manutenzione straordinaria, restauro e conservazione.
3) Bonus mobili:  bonus sull'acquisto di nuovi mobili e grandi elettrodomestici con classe energetica non inferiore ad A+, che prevede detrazioni sino al 50% su una spesa massima di 10.000 euro, è possibile solo se l'acquisto segue dei lavori di ristrutturazione.
4) Eco bonus: per i lavori di riqualificazione energetica la detrazione fino al 65% verrà suddivisa in 10 anni, calcolandola in base al miglioramento ottenuto tramite i lavori effettuati. La novità di questo bonus è la sua estensione anche ad impianti minori, come caldaie e schermature solari.
5) Sisma bonus: nelle zone sismiche si è sempre più evidenziata la necessità di apportare modifiche a vecchie costruzioni per renderle più sicure; sono previste detrazioni dal 50 al 80% a seconda della categoria antisismica raggiunta dopo gli interventi. La spesa massima coperta è pari a 96.000 euro, con un rimborso previsto nei cinque anni successivi ai lavori.